mercoledì 4 maggio 2011

re ... wine n. 2, a dolls house



BEN RITROVATI!

Sotto il ponte di questa blog-pausa è passata tantissima acqua, tutta limpida, fresca e vitale, anche quella che all'apparenza non sembrava!

Alcune cose le condividerò nei prossimi post perché credo che possano essere interessanti, ma ora preferisco presentarvi subito uno dei prodotti di questo fecondo (il silenzio è tutt'altro che sterile!) periodo.



Finalmente la famiglia di bamboline che Chiara ha ricevuto a Natale ha una casa!!! Non so se ho mai espresso qui la mia passione per le case delle bambole, che mi consuma fin da bambina senza estinguersi ancora ... esagerata!!!!!! ; )

Per fortuna ho una figlia femmina eh eh! Anche se ancora piccolina per questo genere di passatempi, ogni tanto ci gioca e io mi sono divertita davvero tanto a costruirla!

Re-wine perché, forse lo avrete notato, la dolls house è stata realizzata utilizzando due casse che un giorno ospitarono prestigiose bottiglie di vino. Gentilmente donate da Raffaele, sono state combinate in vari modi fino a trovare questa forma ...


Ecco la mamma che si gode un meritato relax nel solarium ... mmmh, giusto nel mondo dei giochi, le mamme concorderanno con me! ; )

Ho utilizzato come parapetti per le due terrazze i pezzetti di balza che servivano per bloccare le bottiglie all'interno delle scatole.


Questa è la cameretta dei bambini ...


... e questa di papà e mamma.

L'arredamento minimale e sobrio è realizzato con scatoline di svariati pakaging natalizi, conservati all'uopo dalla mitica (e complice) zia Cinzia! Sulle pareti e sui pavinenti qualche elemento d'arredo ritagliato da cataloghi pubblicitari del settore (soprattutto quello Ikea!).


Il papà si dà al giardinaggio in terrazza ...

... e una piccola amica gli fa compagnia!


Il maschietto, tirato giù dal letto dal suo cagnolino, sta progettando un bel tuffo in piscina (e continuiamo a sognare!!!!!)


Anche perché il salotto è così in ordine che perfino a loro dispiacerebbe metterlo a soqquadro!


Qui la sorellina, un po' fuori fuoco ahimé, ci mostra la stanza d'ingresso con le stampe di Paris e la seggiolina tirolese. La parete decorata presenta un simpatico oblò che comunica con il salotto.

Non so se vi siete accorti che in questa casa manca la cucina ... bene, la mamma prende il sole, il figlio maschio non vuole mettere in disordine ... fate due più due: è proprio un gioco inventato da una mamma, no?!


Allora, chi viene a giocare con noi?





15 commenti:

  1. iioooo!!! vengo io a giocareee!!!
    è bellissima tiziana!
    sei un vulcano di idee, la tua bimba è proprio fortunella ;)
    un bacione...

    RispondiElimina
  2. Complimenti, è davvero bellissima, anche io ne vorrei una uguale! Da piccola adoravo le case per bambole e le costruivo con scatole di cartone :-)
    bentornata!!!!

    RispondiElimina
  3. Vabbe' ... SUPERIORE!!!! Bentornata!

    RispondiElimina
  4. E' bellissima. Veramente brava!

    RispondiElimina
  5. grazieee! è stato molto divertente, anche la parte da "geppetto": carta vetrata, viti, bostick, morsetti ... provare per credere! ; )

    RispondiElimina
  6. No, che te dico a fare... Tizi è BELLISSIMAAA!!
    Bentornata!

    RispondiElimina
  7. bentornata!! è bellissima e posso capire il tuo divertimento nel costruirla! guarda cosa si può costruire con due scatole di vino...incredibile!baci

    RispondiElimina
  8. grazie, grazie! e le migliorie continuano ancora in questi giorni ... in una casa c'è sempre da fare ... restaurare qualche mobile, rinnovare i copriletto ... quanto mi diverto!!! ; )

    RispondiElimina
  9. bentornata alla grande!!!
    Ti procurerò altre casse per fare una dependance o la cuccia per il cane o quello che ti piace di più.. e l'arredamento in trompe d'oeil è davvero fantastico!!!!

    RispondiElimina
  10. grazie raffa! ho la passione per le case delle bambole, ma mentre loro abitano in graziose villette, io vivo in una casa di 80 mq!!! a meno che tu non conosca altre bambole in cerca di casa!

    RispondiElimina
  11. Felice di ritrovarti in forma!

    RispondiElimina
  12. Ehiii bentornata!!
    Bhè, io come al solito in ritardo....ma che meraviglia che ci butti lì appena tornata!! mi ricorda tanto (anche se non era di recupero) la mia casa delle barbie (quella più 'povera' di cartone e l'ascendore centrale, che aveva solo gli sfondi con le immagini, la piscina, il bagno....e poi tu dovevi comprare tutti i mobili...Ma decisamente questa è un'altra cosa!!! :)

    RispondiElimina
  13. eh, cara annarita, anche io me la ricordo quella casa, perché mi piaceva tanto ma non l'ho mai avuta! però avevo tanti mobili in compenso ... e mi inventavo le mira in mille modi! che divertimento! ; ) un abbraccio

    RispondiElimina
  14. una casa bellisima, giochi , sogni da realizzare ,un filosofo,uno chef,un inventore grazie per questo momento di creativa e fiabesca serenità...Guardo le mie due cassette di legno da riciclare e la fantasia inizia a viaggiare ..garzie e complimenti

    RispondiElimina
  15. cara Ines, grazie a te e buon divertimento. Complimenti per il tuo blog così creativo e positivo, a presto!

    RispondiElimina